Cartina Sardegna: Cartina della Sardegna geografica, fisica e politica

Cartina geografica Sardegna

cartina geografica sardegna

Cartina fisica Sardegna

Cartina politica Sardegna

cartina serdagna
  • Nome ufficiale: Sardegna
  • Capitale: Cagliari 
  • Forma di governo: Autònoma
  • Lingue ufficiali: Italiano e Sardo
  • Popolazione: 1.64 millones (2019)
  • Densità demografica: 68,65 hab./km²
  • Superficie:  24,090 Km2
  • Province: Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari e sud Sardegna.
  • Limiti di confine: l’Italia a est, l’isola della Corsica a nord, la Tunisia a sud e le Isole Baleari a ovest..
  • Municipios: 377

Cliccando sull’immagine della cartina della Sardegna la si ingrandirà. In alto a destra hai diverse funzioni, incluso lo zoom dell’immagine per vederla con una qualità superiore.

Inoltre, la cartina Sardegna può essere scaricata in modo completamente gratuito semplicemente cliccando sul pulsante verde “Scarica cartina“, che si trova sotto l’immagine.

Hai anche tutte le informazioni su questa regione d’Italia.

Dati rilevanti dall'isola di Sardegna | Mappa Sardegna

Limite de confine

Sardegna è un’isola italiana situata al centro del Mar Mediterraneo, lasciando l’Italia a est, l’isola della Corsica a nord, la Tunisia a sud e le Isole Baleari a ovest.

Le sue isole

Isola della Maddalena, Isola della Spiaggia, Isola di San Stefano, Isola di Stagnalia, Isola di Caprera, Isola di Sant’Antico, Isola dell’Ogliastre, Isola dell’Asinara, Isola di Tavolara, Isola di Budelli, Isola di San Pietro, Isola di Razolli, Isola del Pan di Zucchero, Isola Mal de Ventre, Isola Gardinelli, Isola Santa Maria, Isola Molara, isola di Abbatoggia, isola della Bisce.

Capitale

Come già sappiamo, Cagliari è il capoluogo della Sardegna. Questo è noto per avere aree medievali come il Castello, che è costruito su una delle colline e può essere visto sopra la città. Questa città è molto bella, poiché ha luoghi con monumenti architettonici molto importanti.

Ha una superficie di: 85,45 km² e il livello di popolazione per il 2017 è di circa 154.083 abitanti. Inoltre, oggi è il centro educativo, culturale, artistico e politico di quest’isola. È anche noto per essere il centro economico e industriale; poiché possiede uno dei porti importanti del Mediterraneo.
Allo stesso modo, ha un aeroporto internazionale con un reddito pro capite paragonabile alle città di Milano o Torino.

Sviluppo economico

L’economia della Sardegna ruota attorno a diversi settori molto importanti, settori dell’economia che variano a seconda delle varie aree, agricoltura, turismo e industria sono stati i tradizionali motori dell’economia della zona, negli ultimi tempi il turismo è diventato uno dei principali fonti di reddito.

L’agricoltura e l’allevamento sono alcune delle attività economiche dell’isola di Sardegna. La maggior parte di queste attività si svolge in zone montuose. Negli anni ’70 era l’autentica attività economica della città, e si diceva che i bovini sardi fossero tra i migliori che si potessero trovare al mondo.

Per quanto riguarda la pesca, questa attività è una delle più importanti dell’isola, le atene vengono esportate da qui in tutto il mondo, principalmente in Giappone. Tra le attività economiche vanno segnalate anche le miniere di zinco dell’isola.

Cultura

Basta vedere il calendario culturale della Sardegna per apprezzarne la poliedrica cultura. Comprende le feste e le sagre più originali; La storia di molte celebrazioni risale a più di cento anni. Ogni anno la pittoresca cittadina di Mogoro celebra il colorato Festival del Tappeto che rappresenta le opere dei migliori maestri dell’isola. La prima festa si tenne nel 1961 e da allora è diventata una buona tradizione.

Oggi, la Fiera del tappeto e dell’artigianato è nota ai fan di molti paesi diversi. Molti turisti vengono al festival per raccogliere i loro ordini dagli artigiani, che sono stati tessuti per mesi. Anche i viaggiatori ordinari troverebbero interessante il festival, in quanto lì possono assistere a spettacoli musicali o imparare l’arte della tessitura dei tappeti.

Idioma

In Sardegna le lingue ufficiali sono l’italiano e il sardo (dal 1997). Inoltre, in alcune zone dell’isola, si parlano varianti del Corso, dell’Alguerés (catalano medievale) e del Genovés Tabarquino.

Informacioni da Sardegna cartina | Cartina geografica Sardegna

La Sardegna è la seconda isola più grande del Mediterraneo dopo la vicina Sicilia. È lungo 270 km nel punto più lungo e largo 145 km nel punto più largo. La sua costa è di circa 1.849 km. La costa è generalmente rocciosa e alta, con alcuni tratti rettilinei, profonde baie, promontori ed estuari.

Diversi fiumi maggiori e minori drenano la Sardegna, tra cui il fiume Tirso, lungo 151 km, che nasce nella regione montuosa dell’isola e sfocia nel Mar Mediterraneo. Altri fiumi importanti sono il Flumendosa (127 km) e il Coghinas (115 km). La regione ha anche 54 dighe e laghi artificiali, tra cui il Lago Coghinas e il Lago Omodeo. Il Lago di Baratz è l’unico lago naturale d’acqua dolce della Sardegna.

A differenza della penisola italiana e dell’isola di Sicilia, la Sardegna non è soggetta a terremoti. La maggior parte delle aree montane si è formata a causa del processo di erosione in scisto, granito, zavorra, arenaria, trachite e dolomite. Il punto più alto dell’isola è Punta La Marmora a 1.834 m. Fa parte della catena montuosa del Gennargentu che attraversa il centro dell’isola. Altre alte vette sono il Monte Limbara, il Monte Linas e il Marghine e il Goceano.

Isole saegna

Fatti sulla Sardegna Mappa | Cartina fisica Sardegna

cittadina sardegna

Come già sappiamo, la Sardegna è una delle isole più grandi dove puoi goderti tutte le sue aree e regioni. Possiamo vedere che poiché è un’isola, le sue coste sono principalmente apprezzate.

La sua costa si estende per 1200 miglia, alternando spiagge sabbiose e rocce frastagliate. La Sardegna è una meta ideale per chi cerca relax o svago. Cultura antica, tradizione ospitale, mare cristallino, spiagge di sabbia bianca e rosa aspettano i visitatori qui.

Cime (dislivello in metri): Punta La Marmora 1.834, Monte Linas 1.236, Monte Limbara 1.359, Monte Is Caravius 1.116, Monte Rasu 1.258, Punta Serpeddi 1.067, Monte Ferru 875, Monte Turuddo 1.127, Monte Tuttavista 806, Punta Su Baccu Malu 1.016, Punta Trebinalonga 812, Monte Nieddu 970, Monte Machia 1017, Punta Cugnana 650.

Monti Flumendosa, regioni, isole: Gennargentu, Campidano, Sulcis, Asinara, Arcipelago della Maddalena, Isola di San Pietro, Sant’Antioco, Isola di Tavolara e Montiferru.

Corsi d’acqua: Mar di Sardegna, Mar Tirreno, Golfo di Oristano, Golfo dell’Asinara, Bocche di Bonifacio

Tempo in sardegna: Il clima mediterraneo si manifesta in temperature medie annue di circa 17°C con fino a 300 giorni di sole e valori generalmente piacevolmente miti anche in primavera e autunno. Nel capoluogo Cagliari le temperature sono già sopra i 20°C ad aprile, ma fa ancora un po’ fresco per un bagno più lungo fino a metà maggio. Da giugno fa caldo in estate, a luglio e agosto a volte fa abbastanza caldo.

Le temperature scendono lentamente a settembre, ma il caldo mediterraneo è ancora piacevolmente caldo. Lentamente le piogge stanno aumentando un po’ di più, ad ottobre e novembre così come a febbraio diventa più umido sull’isola. Da novembre ad aprile la Sardegna cade poi in una sorta di letargo, molti hotel e ristoranti nelle vicinanze, anche i supermercati riducono il loro assortimento.

Dati della cartina politica Sardegna

La cartina politica della Sardegna contiene un totale di 377 comuni organizzati e raggruppati in diverse province che suddividono l’isola: Cagliari, dove si trova l’omonimo capoluogo, Sassari, Nuoro, Oristan, Olbia-Tempio, Ogliastra, Carbonia, Iglesias e Medio Campidano.

Nella sua storia troviamo che nella grande distribuzione delle zone e dell’influenza del Mediterraneo antico appartiene alla sfera di espansione fenicia; prima punico, poi cartaginese.

 

Anche qui, come in altri luoghi, Roma esercitò la sua potente azione assimilatrice e unificatrice, più tenace e profonda che in altri luoghi della penisola italiana, come testimoniano innumerevoli nomi romani.

 

 

 

isole della sardegna

Conteso nel Medioevo tra Genova e Pisa, dopo aver sviluppato forme di governo autonome, tra cui il “giudicato”, una delle istituzioni politiche più originali del Medioevo, entrò, con gli Aragonesi, nell’orbita spagnola da cui si distinse solo all’inizio del Settecento quando, attribuito con il titolo di regno ai Savoia, entrò a far parte di quel primo nucleo di territori da cui poi nacque l’unità d’Italia.

Province

Superficie (kmà²)

Popolazione (2019)

Densità  (hab./kmà²)

Cagliari

85,45 km²

154.083

1.767

Sud Sardegna 

6.530 km²

340 879 

52,2

Nuoro

192,3 km²

36.900 

36,4

Oristano

84,57 km²

31.670

358,47

Sácer | Sassari

7.692 km²

127.533 

233,9

🇮🇹     Fatto con