Cartina Puglia: Cartina della Puglia geografica, politica e mare

Cartina Geografica Puglia | Puglia Cartina Geografica

cartina geografica puglia

Cartina Puglia Mare | Mappa Puglia Mare

Cartina Politica Puglia | Puglia Cartina Politica

Bandiera e stemma pugliese
  • Nome ufficiale: Puglia
  • Capitale: Bari
  • Forma di governo: Ordinario
  • Lingue ufficiali: italiano, greco, franco-provenzale, albanese.
  • Popolazione: 4.029.053 (2019)
  • Densità demografica: 206,19 per Km2
  • Superficie: 19.540,9 Km2
  • Province: Bari (città metropolitana), Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto
  • Limiti di confine: Basilicata, Campania, Molise.
  • Zona:Sud Italia, Mezzogiorno
  • Municipios: 258

Quando clicchi sull’immagine della cartina della Puglia, questa verrà ingrandita. In alto a destra hai diverse funzioni, incluso lo zoom sull’immagine per vederla con una qualità superiore.

Inoltre, la mappa della puglia può essere scaricata in modo completamente gratuito semplicemente cliccando il pulsante “Scarica cartina“, che si trova proprio sotto l’immagine.

Allora hai informazioni importanti su questa regione e le sue mappe.

Fatti importanti della Puglia

Limite de confine

Situata nell’estremo sud-est della penisola italiana, la Puglia si estende per 19.540,9 km² in un susseguirsi di ampie pianure e dolci colline. Questa è la regione meno montuosa d’Italia, con le quote più elevate concentrate al nord: al confine con la Campania, il Monte Vulture a circa 1.327 m s. n. m, i Montes Daunos, che non superano i 1150 m s. n. m; e il promontorio del Gargano, con il suo altopiano carsico che si estende fino al mare Adriatico, formando un promontorio tondeggiante o penisola chiamata Testa del Gargano. Carsiche sono anche le cosiddette Murge. La pianura più importante è il Tavoliere delle Apulia, ai piedi del promontorio del Gargano, una delle pianure più produttive a livello agricolo d’Italia.

A sud si trova la penisola salentina, confinante con i mari Adriatico a nord-est e con i mari Ionio a est e sud. Sulla costa settentrionale della Puglia è notevole la caratteristica di una penisola chiamata Gargano, che corrisponde allo sperone dello stivale che costituisce la penisola italiana.

A sud-ovest confina con l’ampio Golfo di Taranto. Il Canale d’Otranto si trova nell’area di confluenza tra Adriatico e Ionio, che separa questa parte d’Italia dalla penisola balcanica. Questa regione comprende il piccolo arcipelago delle Tremiti e la piccola isola di Pianosa, situata nel mare Adriatico.

Le sue isole

Di fronte al Gargano, un paradiso in miniatura circondato da un mare azzurro: le Tremiti, un piccolo arcipelago che racchiude un microcosmo compatto ed eterogeneo. Tre isole – San Nicola, San Dominio e Capraia.

Tipo di governo

La Puglia ha uno statuto ordinario, è una delle 15 regioni delle 20 d’Italia, chiamate regioni ordinarie. Questo statuto viene approvato a maggioranza assoluta in consiglio regionale e poi va a referendum.

Capitale

Bari tiene una larga tradición de intercambios comerciales y por eso se le llama la “Puerta de Oriente”. È una città importante per porto, storia, università e flusso turistico. È la terza città principale dell’Italia meridionale dopo Napoli e Palermo. Si trova sulla costa del mare Adriatico; Nel 2017 contava 324.198 abitanti.
 

Sviluppo economico

L’economia della Puglia è caratterizzata da una maggiore enfasi sull’agricoltura e sui servizi e da un ruolo minore per l’industria. Era basata sull’agricoltura con la coltivazione della triade mediterranea (vite, olivo, cereale) e barbabietola. All’interno dell’estrazione possiamo citare la bauxite.

 
capitale puglia

 

Subito dopo la seconda guerra mondiale, l’economia pugliese iniziò un lento sviluppo per creare la Cassa di Sviluppo del Mezzogiorno (Fondo per lo Sviluppo del Mezzogiorno) parte dello stato italiano. Nonostante ciò, le attività tradizionali continuano ad essere predominanti: pesca e agricoltura, in questa seconda zona predomina la coltivazione di limoni, ulivi, viti e cereali come il mais.

Nell’era italiana del sorpasso (anni ’60 e ’70) sorsero centri a Bari e nei capoluoghi di provincia di sviluppo industriale (alimentare, meccanico, chimico e siderurgico). Tuttavia, dopo gli anni ’90, l’attività industriale italiana (e con essa quella pugliese) non ha potuto mantenere un ritmo di crescita ragguardevole a causa della concorrenza dell’industria dei paesi più potenti e dei paesi emergenti.

Un’altra voce relativamente nuova nell’economia pugliese e nel turismo e nei servizi derivati. Il traffico è intenso dai porti di Brindisi e Otranto verso la Grecia e l’Albania.

Cultura

È una delle regioni meridionali d’Italia, da sempre orientata al mare e al commercio, fungendo, grazie alla sua posizione privilegiata, da ponte tra oriente e occidente.

Tutti i popoli che si sono insediati in questa terra hanno lasciato la loro eredità artistica e culturale, dai Greci, Romani e Bizantini, ai Franchi, Aragonesi, Spagnoli e ai Borbone francesi.

Idioma

La lingua messapica, precedentemente parlata nella regione, si estinse nel I secolo a.C. C. per la romanizzazione dell’area avvenuta dopo la definitiva conquista della regione da parte dei Romani nel III sec. aC. C.

La loro lingua ufficiale  nazionale (dal 1861) è l’italiano. Tuttavia, come conseguenza della sua lunga e variegata storia, da secoli in questa regione si parlano altre lingue storiche. Nella parte settentrionale e centrale si parla parte del dialetto napoletano: ad esempio il barese, che si parla nel barese o il foggiano nel foggiano. Nella parte meridionale della regione si parlano i dialetti della lingua siciliana chiamati tarentino e salentino.

Nel 1900 l’80% della popolazione della Penisola Salentina parlava un greco arcaico (detto “griko”), ma le campagne di italianizzazione degli anni ’20 fecero sì che nel 1977 la percentuale si fosse ridotta al 30%, concentrando i grecofoni in Grecia Salentina. Pertanto, oggi, il griko è parlato in sacchi isolati nella parte meridionale del Salento, parlato solo da poche migliaia di persone. Un raro dialetto della lingua franco-provenzale chiamato faetar è parlato in due paesi isolati della provincia di Foggia. In un paio di villaggi, il dialetto albanese Arbëreshë è parlato da una comunità molto piccola da quando un’ondata di profughi vi si stabilì nel XV secolo.

Informacioni da cartina geografica della Puglia

Questa regione  è caratterizzata dall’essere una zona che contiene spiagge e montagne, ma ha anche zone pianeggianti. A Puglia, le estati sono gradevole, asciutto e preval. sereno e gli inverni sono freddo, piovoso e parzial. nuvoloso. Nel corso dell’anno la temperatura varia generalmente da 7°C a 25°C e raramente scende sotto i 2°C o sale sopra i 31°C.

Possiamo anche vedere che La Puglia è stata per secoli un’area agricola produttiva grazie alle sue vaste, aperte, pianeggianti pianure. Ciò non fa che aumentare la bellezza della regione, poiché la campagna è un mosaico di uliveti, aranci, fichi, melanzane e altri ortaggi comuni, nonché campi di grano dorato.

 

Puglia

Per non parlare dei vigneti e delle cantine; produce il maggior volume di vino e olio d’oliva del paese. Ha diversi allevamenti, principalmente ovini, caprini e suini. Il 6,7% del territorio pugliese è costituito da aree naturali protette, tra cui l’immenso Parco Nazionale del Gargano e il Parco Nazionale della Foresta Umbra.

Mappa Puglia | Mappa Puglia Mare

I mari della Puglia offrono incredibili opportunità per chi preferisce le vacanze sportive a diretto contatto con la natura.

San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa sono le cinque isole paradisiache che sono l’arcipelago delle Tremiti, una miniatura dove storia e natura si fondono perfettamente, offrendo un paesaggio meraviglioso. Le acque cristalline delle Tremiti offrono un paesaggio meraviglioso, animato dalle sue insenature, grotte e dai profondi fondali, tutti con i colori di una fitta vegetazione e popolati da tantissime specie di pesci. Santa Maria di Leuda, tra il mar Ionio e il mar Adriatico, è un’altra meta da non perdere. 

In fondo al mare, alcuni luoghi raggiungono una profondità di 90 metri e sono presenti forme di vita che colonizzano questo tratto marino e creano un affascinante gioco di colori.

Puglia Mare

Lungo tutta la sua costa (prima ancora di entrare nell’area urbana) si trovano chilometri di sabbia fine e dorata bagnata dalle fredde acque dell’Atlantico, punteggiata da piccoli pescherecci. Tuttavia, lungo la riva ci sono alcuni scogli che possono essere scomodi per i bagnanti. Al loro interno vengono allevate una varietà di alghe che vengono raccolte dai “sargaceiros”, attività che è uno dei principali motori economici della città.

La spiaggia è costituita da un’estesa area sabbiosa in cui attirano l’attenzione il gran numero di “stalle” costituite da strutture in legno ricoperte da tele di diversi colori, la cui funzione è quella di proteggere le persone dai forti venti della zona.

Dati della cartina politica Puglia

Ha 6 province ufficiali di Foggia, Barletta-Andria-Trani (BAT), Bari, Taranto, Brindisi e Lecce, la regione Puglia può essere suddivisa anche in 6 aree geografiche e turistiche: Gargano, Monti Dauni e Altopiano Tavoliere, le Murge/Valle d’Itria, il tarantino e il Salento.

Ecco una tabella con i suoi dati importanti.

Divisioni amministrative della Puglia

Province

Superficie (kmà²)

Popolazione (2019)

Densità  (hab./kmà²)

 Bari

3.825,41

1.260.142

329,4

Barletta Andria Trani

1.538,68 

392.546 

255,1

Brindisi

1.839,46

397.083

215,9

Foggia

6.971,05

628.556

90,2

Lecce

2.759,40

802.082

290,7

Taranto

2.436,67

583.479

239,5

🇮🇹     Fatto con